Home Chiama | Scrivi

Indennità di accompagnamento: legittima anche senza la compilazione dei moduli INPS

Con la recente ordinanza n. 19724/19 la Corte di Cassazione ha affermato che in tema di prestazioni previdenziali ed assistenziali, al fine di integrare il requisito della previa presentazione della domanda non è necessaria la formalistica compilazione dei moduli predisposti dall’INPS o l’uso di formule sacramentali, essendo sufficiente che la domanda consenta di individuare la prestazione richiesta affinché la procedura anche amministrativa si svolga regolarmente.

Ne consegue che non costituisce requisito imprescindibile della domanda amministrativa barrare la casella che, nel modulo, individua le condizioni sanitarie, la cui sussistenza è necessaria per il riconoscimento del diritto all’indennità di accompagnamento.

 

 

Il suo ultimo articolo

Pausa pranzo troppo lunga: si al licenziamento

La pausa pranzo del dipendente può costare il licenziamento. Principio espresso dalla Suprema Corte con la sentenza n. 21628 depositata il 22.08.2019

clear