Home Chiama | Scrivi

Conformità urbanistica immobile compravenduto: la responsabilità del mediatore non si estende alle indagini di carattere tecnico

L’Agente immobiliare, senza uno specifico mandato in tal senso, non è tenuto a svolgere indagini per accertare l’agibilità dell’immobile.

Ad affermarlo è la Corte di Cassazione Sezione VI Civile la quale, con Ordinanza del 25.5.2019 n. 14158, ha escluso che la responsabilità del mediatore possa estendersi ad indagini di carattere tecnico, quale quella consistente nella verifica delle condizioni per il rilascio del certificato di abitabilità, che esulano obiettivamente dal novero delle cognizioni specialistiche esigibili in relazione alla categoria professionale di appartenenza.

La responsabilità del mediatore in ordine alla mancata informazione circa la conseguibilità del certificato di abitabilità, può configurarsi nei soli casi in cui questi abbia taciuto informazioni e circostanze delle quali era a conoscenza, ovvero abbia riferito circostanze in contrasto con quanto a sua conoscenza, ovvero ancora laddove, sebbene espressamente incaricato di procedere ad una verifica in tal senso da uno dei committenti, abbia omesso di procedere ovvero abbia erroneamente adempiuto allo specifico incarico (Cass. 4415/2017).

Il suo ultimo articolo

Servitù su immobile condominiale: opponibile all’acquirente solo se specificatamente trascritta o conosciuta

La trascrizione di disposizioni regolamentari che stabiliscono limiti alla destinazione delle proprietà esclusive necessita della menzione di tutte le distinte unità immobiliari, ovvero ciascuno dei reciproci fondi dominante e servente. In caso contrario valgono soltanto nei confronti del terzo acquirente che ne prenda atto in maniera specifica nel medesimo contratto d'acquisto.

clear