Home Chiama | Scrivi
Dicembre
14
2018

#239 di Raffaele Pecci

Da settembre 2018 a gennaio 2019 IurisArt ha accolto l’esposizione #239 di Raffaele Pecci, i cui lavori appartengono alla serie Momenti, con strutture non figurative che ristabiliscono un contatto diretto e sovversivo con il pubblico. L’essenza stessa del “momento” sta nella sua capacità di evolversi nell’opera successiva, attraverso un “momento di forza”. Il “momento” si verifica all’interno di uno spazio, di una struttura che coincide con l’opera. È dunque un tempo – definito e non – in uno spazio. Ciò che avviene durante le fasi del processo creativo prende il nome di “movimento”, inteso sia fisicamente che nell’accezione filosofica di “divenire”. Esso è allora la sommatoria di spazio e tempo, di struttura e processo, ed è ciò che produce cambiamento.

clear