Home Chiama | Scrivi
Aprile
05
2019

I Riquadri di Elia Novecento

Da febbraio a maggio 2019 IurisArt, in collaborazione con Parione9 Gallery, espone sei lavori di Elia Novecento appartenenti alla serie Riquadri.  Si tratta di acrilici e solidmarker su tele di dimensione medio-grande, frutto della più recente produzione dell’artista romano appartenente al filone del graffitismo e della streetart. I Riquadri rimandano alle soglie spaziali in cui costantemente siamo immersi nella dimensione urbana: finestre, porte, finestrini di treni e autobus dai quali osserviamo il contesto che ci circonda e creiamo una nostra visione della realtà. Ma nel guardare fuori, talora, si genera una inconsapevole forma di introspezione, con una personale contemplazione dell’intimo che si manifesta posando lo sguardo sull’esterno. L’artista, nel contempo spettatore e artefice di tali rappresentazioni, apre le finestre sul proprio stato d’animo e trasforma in specchi di visioni e pensieri interiori le immagini del vissuto quotidiano. Posti di fronte ai Riquadri, siamo così sollecitati a guardare dall’esterno all’interno di spazi fisici ed emotivi, affacciandoci sui sentimenti senza mai perdere la raffigurazione di noi stessi.

 

Biografia di Elia Novecento

Romano, classe 1989, si avvicina al mondo dei graffiti nel 2001 e nel 2004 si iscrive al Liceo Artistico Statale di Via Ripetta a Roma. Insieme a Leonardo Crudi fonda il Collettivo Novecento, con l’intento di comunicare con la città attraverso poster lasciati in balia del quotidiano e dell’interpretazione libera di chi li osserva. Parallelamente ai graffiti e ai poster, produce tele di grande formato ispirate al linguaggio dei popist romani degli anni Sessanta.

 
clear